Nuovo logo per le Dolomiti

logo idolomiti orrizontale

Articolo uscito sul Gazzettino di Belluno nel settembre 2014

In Cadore è nato un nuovo progetto: si chiama iDolomiti S.r.l. e la sua mascotte è Idol, uno gnomo vestito di verde con un berretto a punta. La neonata azienda si dedica alla produzione e vendita di gadget ispirati alle Dolomiti, in particolare t-shirt. Una proposta semplice ma importante nei contenuti come ci spiega Marta De Zolt, una dei cinque giovani soci fondatori della società, che confida fermamente nel progetto malgrado il non facile periodo per la montagna veneta. “Crediamo che l’idea sia buona, afferma De Zolt, in quanto mancava questo genere di prodotti nelle Dolomiti e la ripresa parte anche da chi investe e crede in quello che fa. Pensiamo che le Dolomiti possano essere un marchio internazionale e quindi promuovendolo crei anche opportunità lavorative”. L’attività, con sede nel comune di Pieve di Cadore, è partita ufficialmente durante la Settimana Nazionale dell’Escursionismo, a cavallo fra i mesi di giugno e luglio, con uno stand in Piazza Tiziano a Pieve. “L’idea di iDolomiti è di partire dal Cadore per poi espanderci a tutta la zona dolomitica, proponendo i prodotti in tutte le località interessate e mantenendo sempre saldi i rapporti con il territorio locale”. Da alcuni giorni è attivo lo shop on line sul sito www.idolomiti.net dove sono già arrivati i primi ordini dalla Puglia, dalla Germania e addirittura da Las Vegas. I promotori di questa avventura guardano quindi con ottimismo al futuro e a uno sviluppo del turismo nella montagna cadorina lontano da quel turismo di massa diventato un problema in molti territori e città italiane “siamo per la valorizzazione delle peculiarità e per la cura del particolare, sottolinea De Zolt, non crediamo al turismo di massa senza consapevolezza e alla mercificazione del territorio senza un piano ecosostenibile. I nostri prodotti sono pensati e creati per parlare delle Dolomiti in modo elegante e in modo compatibile con lo straordinario ambiente dolomitico oggi patrimonio dell’Unesco”.