LUNGO LA SUGGESTIVA STRADA DEGLI ALPINI – DOLOMITI DI SESTO

Agosto 2012 – La strada degli alpini si trova nelle Dolomiti di Sesto al confine fra il Veneto e l’Alto Adige. Un sentiero attrezzato più che ferrata esposto ma relativamente facile in un contesto paesaggistico entusiasmante e superbo. Un sentiero storico, usato e costruito dagli alpini nella prima Guerra Mondiale per collegare la forcella Geralba al passo dela Sentinella. Una via ardita costruita dagli italiani in quanto non riuscivano a penetrare nel territorio austriaco attraverso il vicino e bel Passo di Montrecroce Comelico.

Siamo partiti da Campo Fiscalino e relativo Rifugio (1454 m.) dove abbiamo lasciato la macchina. Siamo quindi saliti al Rif. Fondovalle (1526 m.) in circa venti minuti attraverso una strada quasi pianeggiante e poi al noto Rifugio Comici (2224 m) attraverso un sentiero (n. 103) ben segnato e in costante salita. Così abbiamo fatto  già 750 m di dislivello in salita in circa 2 ore di buon passo.
Dal Rifugio Comici, ubicato in un ambiente molto interessante circondato dalle cime fiscaline, si prende il sentiero n. 101 che corre alla base della croda de Toni in direzione Forcela Geralba e rif. Carducci. Poco prima della Forcella al bivio ben segnalato si prende la direzione del Lago Ghiacciato e quindi del sentiero degli Alpini  (segnavia n. 101). Continuando sempre sul sentiero 101, si passa sotto le punte de “La Mitra” (2788 m) e de “La Spada” (2526 m), fino ad arrivare all’inizio vero e proprio della via attrezzata. Si percorre l’esposto ma abbastanza largo e pertanto relativamente facile percorso, che passa attraverso la bellissima e suggestiva cengia della Salvezza, porta alla Busa di Fuori e passa, anche attraverso alcuni ponticelli in legno esposti ma sempre attrezzati, sotto la punta della Cima Undici. La si aggira, fino a superare il canalone che discende da essa e un nevaio caratteristico dove si può bere un’acqua freschissima e assai buona. Si marcia in sali e scendi o moderata salita sempre lungo un percorso che taglia la montagna e che offre un panorama mozzafiato. Dopo circa 2 ore e mezza si raggiunge la bella  e panoramica forcella di Cima Undici (2600 m). Qui continuando il sentiero 101 si raggiunge sempre attraverso un sentiero attrezzato il passo della Sentinella (2717 m) e successivamnete il rif. Berti. Noi abbiamo preso dalla Forcela Undici, dopo aver mangiato, il sentiero n. 124 che scende in Val Fiscalina e riporta al punto di partenza. Il sentiero scende lungo alcune creste e pareti friabili un po’ esposte attrezzate con corda fissa fino a una sorta di forcella con diversi resti di guerra e postazioni nella roccia anche visitabili con delle guide in alcuni giorni della settimana. Poi il sentiero scende lungo  il ripido ghiaione del Vallon della Sentinella, attrezzato in alcuni casi con corde fisse soprattutto nella parti più friabili. Si giunge così in circa due ore all’alpe Anderta e al bivio per la val Fiscalina e i prati di Croda Rossa. Al bivio per tornare alla macchina si segue sempre il sentiero 124 per Campo Fiscalino che viene raggiunto dal bivio in circa un’ora attraverso un facile sentiero nel bosco. Durata dell’escursione: circa 7-8 ore. Opportuno procedere con Kit da ferrata.
Escursione nel complesso faticosa  ma molto remunerativa in un ambiente superbo. Sentiero relativamente facile, lo pensavo onestamente più difficile, anche se non ho fatto il tratto verso il passo della Sentinella che comunque, mi dicono, essere in linea con il resto del percorso quindi non difficile. Un sentiero che ricorda il Dibona lungo le creste del Cristallo (Cortina d’Amp.): il Dibona, se lo vogliamo prendere come termine di paragone, è più difficile, più esposto essendo quasi sempre in cresta, più faticoso e forse anche più avvincente e vario.
Comunque grande soddisfazione per aver percorso questo suggestivo, importante e storico sentiero alpino. Sentiero che va fatto con certezza meteo e che, ad inizio stagione, è spesso ancora in parte ricoperto di neve per cui diventa sicuramente più difficile e serve attrezzatura ed..esperienza adeguata.