Dolomiti del Cadore in una grande monografia

meridiani-montagne-dolomiti-cadore

Articolo uscito sul Gazzettino di Belluno settembre 2014

La nota rivista Meridiani Montagne dedica il numero di settembre interamente alle “Dolomiti del Cadore”. Una monografia completa di cartina che racconta in 140 pagine il Cadore in modo approfondito in un suggestivo intreccio di storie, racconti, tradizioni e ovviamente indicazioni di itinerari turistici ed alpinistici. Una monografia dove accanto alle note vette come le Tre Cime di Lavaredo, il Pelmo, l’Antelao, per citarne alcune, c’è spazio anche per gruppi altrettanto suggestivi come le Marmarole,  il Cridola o il Bosconero. Tante proposte diversificate di itinerari con attenzione alle ferrate e alla classiche vie alpinistiche, descrizioni spesso dettagliate e accompagnate da bellissime foto che regalano emozioni al lettore. Una parte della monografia è intelligentemente dedicata ai “Rifugi della neve” ovvero alla felice iniziativa del “Regno delle Ciaspe” alla quale hanno aderito trenta rifugi che d’inverno diventano punti d’appoggio indispensabili per compiere escursioni anche di più giorni con gli sci o le ciaspe ai piedi.

Accanto alla montagna, c’è spazio anche a particolari curiosità come nell’articolo dedicato al centro vacanze Eni di Corte di Cadore, vero laboratorio di architettura moderna in montagna realizzato negli anni ’50 su volontà di Enrico Mattei,  o come nell’articolo dedicato a un prodotto e un mestiere storico del Cadore e della vicina Val di Zoldo: il gelato. Il Cadore anche se non esiste negli atlanti con una riconoscibilità territoriale o un confine scritto in una carta, ricorda nell’editoriale il direttore della rivista Marco Albino Ferrari,  esiste come “regione storica” che vive grazie alla consapevolezza del proprio passato.