In edicola la guida sui borghi fantasma

articolo uscito sul Gazzettino sabato 18 maggio 2024

Oggi i lettori troveranno in edicola “Borghi fantasma e villaggi solitari” (De Bastiano Editori) in Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige. La Penisola italiana e in particolare il Triveneto è ricco di borghi abbandonati nel corso del tempo per differenti cause. Tantissimi siti ricchi di storie, piccoli centri abitati arroccati sulle montagne e sulle colline, abbandonati per cause naturali, per terremoti, frane o alluvioni, o semplicemente a causa della povertà che portava gli abitanti, soprattutto dopo la seconda guerra mondiale, verso le più funzionali vallate. Così gli autori di questa guida, Walter Dal Cin, Giuseppe Vigolo, Clara Milanese, hanno deciso di inoltrarsi fra le Prealpi e le Dolomiti “dove il tempo sembra essersi fermato tra valli remote e cime imponenti, in luoghi che sono diventati testimoni silenziosi di storie secolari. Il nostro viaggio prende vita in una dimensione sospesa tra realtà e leggenda, dove l’eco dei passi risuona tra case abbandonate e vicoli inghiottiti dall’erba selvatica”. Borghi che spesso risultano essere completamente abbandonati, ruderi dove la vegetazione avvolge ogni cosa anche il ricordo di storie vissute. Ma gli autori raccontano anche di piccoli paesi ancora abitati, tenuti in vita con orgoglio da persone strettamente legate al territorio e che hanno dedicato parte della loro vita alla preservazione delle loro origini. Ecco quindi che il volume ci porta a conoscere nel Veneto, in particolare nel bellunese, Fumegai, il paese degli Hippies, California di Gosaldo e la sua corsa all’oro, Albe e Vallier i borghi gemelli, Cercenà il borgo di Giovanni e i suoi gatti nonché Damos, sito frequentato fin dall’epoca romana e caratterizzato dalla presenza di una bellissima chiesetta medioevale. Nel Friuli Venezia Giulia, la guida ci porta a conoscere Erto vecchia con il suo doloroso ricordo del Vajont, Frassaneit e la passeggiata dalle pozze smeraldine e ancora Pozzis e le sue bellissime cascate. In Trentino Alto Adige ecco la storia del borgo medievale di Curon Venosta oppure di Ischiazza, paese spazzato via dall’alluvione del 1966. Ho citato soli alcuni itinerari ma la guida ne riporta altri, noti e meno noti, molto suggestivi. Per ogni percorso, illustrato con apposite cartine e immagini, il volume riporta il nome della località, lo stato attuale, l’altitudine, il luogo di partenza, il tempo di percorrenza e la lunghezza dell’escursione. Insomma, una guida davvero originale dove gli autori invitano i lettori a “un viaggio indimenticabile tra le rovine del tempo, dove ognuno di questi borghi fantasma custodisce segreti ed emozioni pronti ad essere svelati”.

Giannandrea Mencini